CategoriesNews

Caratteristiche lardo di cinta senese: Le peculiarità che lo contraddistinguono

Caratteristiche lardo cinta senese

Caratteristiche lardo cinta senese

Caratteristiche Lardo di cinta senese: perché è diverso da tutti gli altri salumi?

Antica razza suina toscana, la cinta senese è una specie unica al mondo, tutelata dal marchio DOP anche in Europa.

La sua storia, come abbiamo avuto modo di raccontarvi ancora sulle pagine del nostro blog, è molto antica, come le sue origini, e il suo segno distintivo ancora oggi è il lucido manto nero con una macchia bianca che avvolge la cinta.

Da qui anche il nome di questa razza, oggi ancora allevata allo stato brado o semi brado per preservare il sapore e la qualità delle sue carni. 

I passi per riconoscerlo 

A differenza del lardo di colonnata e ad altri prodotti simili, il lardo di cinta senese si può riconoscere per la magrezza delle sue carni.

Solitamente questo prodotto si ricava dalla parte esterna del torace e noi amiamo seguire la tradizione contadina aggiungendo solo, nella fase di stagionatura, sale e aromi naturali (senza nessun conservante, additivo o derivato del latte o lattosio). 

Considera che era pensato, in antichità, come alimento umile, semplice; eppure il lardo di cinta senese si è presto rivalutato per il suo sapore delicato e per nulla unto.

Un tempo, quando l’olio era una rarità, il lardo veniva consumato sia crudo che cotto per insaporire delicatamente i piatti o come condimento.

Il sapore, del resto, è un altro elemento distintivo utile a riconoscere il prodotto originale: le carni del maiale di cinta senese sono tenere, sapide e allo stesso tempo delicate.

Hanno un retrogusto di bosco e vegetale, visto che questa razza – per essere definita tale e riconosciuta – è allevata ancora oggi allo stato brado o semi brado; Ovvero con bestie libere di circolare tra i boschi, nutrendosi esclusivamente di prodotti vegetali delle terre circostanti o, comunque, d’origine toscana.

Un particolare che rende le loro carni così uniche. 

Caratteristiche lardo cinta senese, dove puoi utilizzarlo 

Un tempo, come abbiamo detto, nella tradizione contadina questo alimento veniva utilizzato come condimento.

Anche oggi, grazie all’allevamento in libertà e alla cura dell’alimentazione degli animali (esclusivamente naturale), questo prodotto conferisce un sapore unico ad ogni ricetta. 

Il lardo di cinta senese, infatti, può essere consumato da solo o abbinato ad altri prodotti, meglio se tipici della Toscana; o aggiunto a qualche ricetta per renderla unica e originale grazie alla sua particolare dolcezza. 

Per gustare appieno la qualità del prodotto l’ideale è assaggiarlo in purezza, meglio se tagliato a fettine sottili.

Chi vuole osare può provarlo abbinato alla carne di cinta senese alla griglia, magari aggiungendo solo un po’ d’olio d’oliva toscano e rosmarino, nulla di più.  

Ancora, questo può essere servito come antipasto, eventualmente adagiato su croccanti bruschette di pane toscano cotto al forno.

Gustoso anche abbinato ad altri salumi tipici senesi, ma anche formaggi come pecorini semi stagionati e verdure sott’olio.

Insomma, questo è un prodotto davvero versatile, ottimo da utilizzare e provare con più ricette, come insaporitore per carni, come arrosti o altri piatti, anche di pesce.

Oppure appoggiato, una volta che si è preparato fettine sottili, su una tagliata di chianina.

Il modo migliore per accompagnarlo, ovviamente, è con un buon bicchiere di vino rosso toscano.  

Queste sono solo alcune gustose proposte per assaggiare il lardo di cinta senese, se vuoi saperne di più visita il nostro shop!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *